lunedì, dicembre 25, 2006

il mare di ostia il 24 Dicembre

Il vento soffia via le bolle di sapone.
Il vento leggero le spinge verso il mare.
Il vento mi passa sulla faccia e sa di sale.
Il mio sorriso sa di sale.
La gente passa ma e' fatta di sale.
La gente parla ma sono parole di sapone.

Gabriele è fatto di zucchero...anche quando mi sgrida, sono rimproveri dolci.



E' che di recente sono fatta di sapone anche io


Buon Natale, anche se è finito.
Che senza Laura non è Natale. Ma per fortuna lei c'è sempre.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ricordo le corse a comprare quintali di cioccolato ogni volta che trovavo (che cercavo...) le bolle di sapone nella tua borsa

Sono egoista: spero non capisca

Vale

 
eXTReMe Tracker