venerdì, febbraio 16, 2007

masherina mascherina

Oggi avrei dovuto indossare un bellissimo vestito e trasformarmi per un paio d’ore. Perdere la serata a recitare una parte confusa in un pub dietro casa, nascosta dietro una maschera presa in affitto.
Se non fosse che ci sono troppe cose da fare, che le persone non sono mai sicure di nulla e che qui il carnevale non è carnevale.

Lo sapevo già, da qualche giorno. Ma una cosa che ho imparato in Polonia è che fino all’ultimo tutto si può trasformare. Capita spesso e senza preavviso, ma non questa volta.


Non per questo però rinuncio all’idea di affittare uno dei costumi del teatro per una serata. Ne rimane di tempo, ne rimangono di idee . Troppe idee che in questo periodo mi stanno “centrifugando” il cervello.


PS: ieri ho visto un film serbo sottotitolato in polacco e mi sono commossa nell’averne compreso la storia (film stupendo). E’ strano ma nella confusione generale delle due lingue e nello scorrere spesso molto rapido delle immagini alla fine ho capito gran parte del film senza difficoltà, pescando un po’ qui un po’ là.

In cuffia: The death of a clown, Kinks

3 commenti:

gabriele ha detto...

in cuffia: the sweet escape gwen stefani:P

Anonimo ha detto...

Un bacio dal paese delle meraviglie.

La prossima settimana torno a casa per la prima volta. Em em

Alice

Davide Dragonetti ha detto...

ma se a volte i film non li capisci neanche in italiano....

 
eXTReMe Tracker