mercoledì, dicembre 26, 2007

Uno fa quel che si deve, come si deve


Il Natale va affrontato con tutto il rispetto che si deve ad un ex-compagno di giochi.
Da piccoli si correva nella stessa squadra, adesso lui fa il portiere della squadra avversaria, e visti i tradizionali tortellini è talmente espanso da rendere ogni tiro in porta un’impresa.
Ma la cocciutaggine di chi a questo natale agli steroidi non ci crede è tanta e ben riposta.
Così finisce 5 a zero per me!

Impagabile: Sbriciolare i biscotti nel latte e cafè la mattina guardando “willie wonka e la fabbrica di cioccolato” con i colori dei primi anni ’70 (le sane stronzate da rifare tutti i SANTI NATALI, con il meno sano appoggio di chi in questo è peggio di te)

Tutto questo solo per dirvi che il mio natale è andato bene, alla facciaccia di chi mi voleva mettere fretta e mi gettava addosso secchiate di nervosismo.
E poi per ri-citare una amico: “quando il natale arriva, so cazzi tuoi”. La saggezza è semplice e non va dimenticata.

E’ semplice, come tutte le cose che noi diamo per scontate: ed è questo che vorrei per tutti.
La serenità è talmente semplice che proprio non la si sa spiegare, sempre troppe parole.
Comunque è quella, si è quella cosa là, di cui appunto non riesco a scrivere, che vi auguro.

In cuffia, stamattina, mentre guidavo sotto una pioggerellina vaporizzata: Natale, Francesco De Gregari.

PS: Roma è fatta per la Pasqua, non per il Natale….credo ogni città abbia una festività che la veste meglio. Ecco credo che per Roma si debba aspettare la Pasqua

7 commenti:

gabriele ha detto...

eh si, perle di saggezza!

Baol ha detto...

Willy Wonka.....miticooooooo
Che bello...hai passato un meraviglioso Natale!

daniela ha detto...

A me il Natale evoca tutto fuorchè serenità. Lieta però che il tuo sia stato così.
Willie Wonka mi mette ansia.
De Gregori mi mette terrore.
La saggezza è una cosa semplice, sì. Incredibilmente semplice.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Natale ha perso molto senso per me per il fatto che raramente riesci a festeggiarlo in modo vero e raccolto con solo chi ami.

Quest'anno è successo e forse è stato un sereno Natale come da molto non succedeva.

Buone Feste Barbara.
Daniele

kabalino ha detto...

Io gli auguri li anticipo che i miei portan fortuna se son anticipati...allora, insomma, ti auguro quella cosa lì...serenità, o addirittura felicità, per il prossimo ma anche per tutti gli altri anni a venire...
Che Roma sia città pasquale lo sottoscrivo, che come vien bene la via crucis lì non ce n'è...
Auguri!!!

ILARIA ha detto...

Ah, il Natale..la regressione allo stato infantile, le indigestioni, i film zuccherosi alla tv..stai attenta, perchè peggioro di anno in anno!!

barbara ha detto...

Gabriele: sgaezza ed eseproienza caro...sagezza ed esperienza

Baol:Willy Wonka è necesasrio tutti i natali. C'è chi non sa stare senz ail panettone, io senza willy!!!
Siamo proprio viziati!

Daniela: Diciamo che lo scorso natale anche io ero tutto fuorchè serena. Questo invece è andato sfacciatamente bene.
De Gregori a molte mette adosso fastidio...a em amssimo nostalgia.

E poi per aggiungere, le cose semplici sono smpre così sottovalutate...

Daniele: Credo che se il natale, invece di agitarsi per far si che sia perfetto e di diventare anziogeni per i regali, lo si aspetti semplicemnte senza pretese e con colma...male male non può andare.

Kabalino: grazie epr quella cosa lì, si insoma. per quella...grazie!

Si si la pasqua..la via crucis..ok lo ametto, io non ho mai visto una via crucis...
Però dai, è vero che roma è città pasquale e non natalizia

Ilaria: E' la tua dose di bontà immotivata annuale, non ci ci può intromettere tra una donna e il suo cerchietto con le cornine da renna...non si può...

 
eXTReMe Tracker