venerdì, gennaio 25, 2008

Che bestia è l'uomo politico?

Quando il nostro paese uscirà da questa distruttiva pubertà e si prenderà la responsabilità di divenatre adulto?

Sarebbe già abbastanza capire il futuro che si sta ipotecando. Per alcuni più crudelmente negando.

Niente è inevitabile.

Sopratutto l'ignoranza.

Ignoranza che va altre al "non sapere". Ignoranza che accoglie il non voler vedere.

Lignoranza di credersi gli unici a meritare la ragione.

La ragione non sta schierata che con sé stessa, e non guarda i colori. C'è quando deve. Abbiamo il dovere di cercarla con pazienza e umiltà. Sapendo che non è mai limpida, sapeno che la ragione è la via migliore, non l'assoluta ma quella migliore...

La ragione è un plurale, non ci si arriva mai da soli, e non è mai solo per sé. Non ha senso una ragione che valga per un singolo, perchè è una costruzione al plurale. Cercare la ragione, chiedere una ragione, volere una ragione, implica già di per se un incontro, un dubbio su quello che sta fuori, la necessità di toccare qualcosa che ci sta fuori.

Non si esce mai dalla possibilità della ragione finchè si pensa con coscienza. Bisogna essere dei grandi "singoli" per poter davvero sperare di agguantare questa ragione corale

Io non ho visto finora che ragazzini sbranati dalla paura tirare giù le peggio balle per giustificare le proprie pigre mancanze

Ieri non ho visto nessuno prendere in mano il problema e sentirne il dolore, soppesarne l'ampiezza, comprenderene gli sbagli....comprendere gli sbagli per porgli rimedio. Non si è cercata la cura ma solo l'untore.

giovedì, gennaio 24, 2008

in prova


Gennaio ha visto le mie ore di sonno perdersi senza una cura. Testardaggine e incastri azzardati. Ho pagato tutte le mie distrazioni, ma non ho mai abbandonato la mia ragnatela.
Ho tessuto un piano perfetto per evitare di cedere alla voglia di schizzare di nuovo chissà dove...per incontrare chissà chi.
Sono in preda a tutti, in prova per tutti. Sono in prova anche con me stessa. E quest’ultima prova è forse la sola che mi impegnerà finchè campo.
Stavolta però faccio finalmente i conti con la vera me stessa, ed è tutto più facile.

Ora so che il viaggio “fisico” non conta un bel niente se non si sa viaggiare in idee.

Quelle non costano niente, se non la voglia di provarci.

Ho un’aria ebete e felice, balzello con uno strano senso di pace tra tutte le cose che mi sono cadute addosso.

Si incassano anche di questi momenti.

giovedì, gennaio 17, 2008

Thinking


Succedono le cose.

Succedono.

Succede.

Succede che qualcuno ha avuto la voglia di tirare fuori dei pensieri dal pistaticcio elettronico del mio blog.

Lo ammetto...ne sono goffamente orgogliosa. Permettetemelo.

Daniela non mi ha visto sorridere e abbasare un poco gli occhi, scivolare dello schermo alla tasiera con lo sguardo nel sentirmi tirare in ballo.

Comunque grazie a Daniela espongo anche io bella fiera la mia targa.

Di conseguenza, ora tocca a me "tirare in ballo" voi!

Prima di tutto, le rogole:

partecipare solo se si è nominati
Lasciare un link al post originario (in inglese)
inserire nel post il logo thinking blog award
indicare 5 blog che hanno la capacità di farti pensare


e adesso a me:

-Michele con: Viaggio sentimentale di un foletto.
Girare le cose sotto gli occhi dell'esperienza. Raccontare quello che si vede, crede, vive. Senza trovarci nulla più di quello che è.

-Baol con: Vorrei essere un baol
La fantasia è leggera, perchè starla a complicare? Lasciarla in giro non è un male, se così anche altri la possono trovare. Sono gocce sparse sulle giornate.

-Daniala con: Odolance
Basta che fate scendere lo sguardo appena sotto il titolo "Scrivi, scrivi, e già la tua anima è persa (Italo Calvino)". Ma infondo perdersi può essere rivelatorio...bisogna provare.

-Krepa con: Krepa's Korner
E' che certe volte, leggendolo, penso che se fossi nata uomo gli sarei assomigliata...ma la vita non si fa con i se..

-Ilaria con: Stagioni diverse
C'è quell'onestà che non ha bisogno di giustificazioni. La pulizia delle parole è la semplicità della vita. Le cose accadono, le cose ti "fanno", mentre un poco ti ritrovi a "farle"

domenica, gennaio 06, 2008

positività accelerata per fortune alternate

Il duemilaotto mi ha fatto voltare un attimo indietro, a vedere un poco l’ultimo tratto di strada buttatomi alle spalle.
Dopotutto, scrutandolo, mi sono sentita soddisfatta. Con tutte le curve, spesso anche a gomito e le deviazioni strane, i pezzi stretti e polverosi e quelli lunghissimi e asettici, è stata una camminata quasi isterica
Come ha fatto ad entrare tutto questo in un solo anno? Uno solo? Lo scorso gennaio non ero così pacificamente compiaciuta, anzi. Se penso alla persona spaventata che si è affacciata al 2007 non riesco proprio a vederci la me stessa che ne ha festeggiato la fine con tanta spensieratezza.
E ne sta “spizzando” l’inizio stringendo in mano, per una volta, le carte giuste.

Mentre penso a quali carte scartare e a quante pescarne, ho ben in mente gli errori della partita precedente. Si cresce in esperienze, e non le si fanno più scappare.

Mi godo al momento la mano fortunata, cercando di “vincere” il più possibile, per non rimanere al verde nei giri meno sorridenti.

Mi godo tutta l’attenzione che mi si sta riversando addosso senza che ne capisca bene la ragione
Mi godo la tranquillità di un anno in cui ho deciso di fermare le frenesie per concentrarmi meglio sulla “scenografia”
Mi godo le persone che mi stanno intorno
Mi godo gli equilibri ritrovati e le intuizioni inaspettate
Mi godo tutto quello che ci sarà di cui godere, sempre pronta ad affrontare consapevolmente anche tutto il resto.

Mi godo la bellezza delle cose e delle persone, delle parole, del mondo. La bellezza di cui non riesco a fare a meno e di cui troppo spesso non mi so spiegare.

Auguro al mondo tutta la bellezza di cui è capace.

La bellezza vera, non quella che ti abbaglia un attimo e scompare, ma quella che ti avvolge in tutti i tuoi sensi senza lasciarti più scappare.

Questa bellezza può essere ovunque.

Questa bellezza è in un futuro “in potenza” che aspetta solo un suggerimento per accadere.



Vi auguro tutto
 
eXTReMe Tracker