giovedì, ottobre 30, 2008

scoppio ritardato

video

Vergogna


La vergogna è un metro di paragone tra se stessi e i propri errori. Non per nulla ci si può vergognare anche da soli, senza che gli altri ci puntino apertamente il dito su un qualunque fallimento. L’intenzione o il rispetto delle regole non ci salva dalla vergogna .


Per arrivare alla vergogna si deve avere la coscienza di riconoscere o un fallimento o un forte fraintendimento che neghi la nostra stessa azione per come noi la intendevamo.


La vergogna si minaccia, si accusa, ma soprattutto si ammassa sullo stomaco quando non sai più dove alzare gli occhi.


Ci si vergogna per se stessi, ma anche empaticamente e con un’impotenza lancinante per gli altri.
C’è poi chi nella vita non si vergogna mai non perché non gliene sia regalata l’occasiona ma perché non riconosce la prospettiva dell’errore.


Si incontra spesso anche chi fa di tutto per far vergognare gli altri e sentirsi invincibile nel giudicare.


Con tutto ciò forse qualcuno penserà che stia rimuginando su quello che è successo oggi a Roma, in Italia, in una situazione portata alla saturazione.


NO


Io sto pensando a quello che di soppiatto e con so quanta dovuta vergogna è accaduto ad Agosto. Hanno approvato una spietata finanziare quando tutti erano ancora rincoglioniti dal sole e dagli aperitivi delle vacanze.


Tutti hanno aspettato..aspettato…aspettato…


TUTTI


Perché l’Italia è un paese che si mette in gioco solo con participi passati o passati remoti, mangia e rode il tempo presente, ignora completamente la prospettiva di un Futuro.


Ho visto le menti migliori della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate isteriche nude... (da Urlo, Allen Ginsberg)

3 commenti:

Baol ha detto...

Abbiamo perso la capacità di vergognarci, l'abbiamo persa tutti, abbiamo mandato un dittatore a governarci ed è stato mandato attraverso democratiche elezioni...non gli abbiamo dato nemmeno lo sforzo di fare un golpe.
Sono triste
sono triste ed ho paura

digito ergo sum ha detto...

non credo abbiamo perso la capacità di vergognarci. abbiamo perso solo di mira le priorità. quando le spalle, per quanto ben larghe siano, crolleranno, ritroveremo, vergognandoci, anche la capacità di provare vergogna.

barbara ha detto...

Baol: ma sarà tu non sai ogni volta ioco me mi vergogno...pure per loro, sopratutto mi vergogno prechè non si vregognano..

Digito:Ma una volta che sia rriverà a tanto, non sarà forse già troppo tardi?

 
eXTReMe Tracker